E’ iniziato il 41° Corso di Perfezionamento in Agopuntura del C.S.T.N.F.

Venerdì 14 Dicembre è cominciato il 1° anno del corso triennale di Agopuntura del CSTNF.

La nuova classe è composta come sempre da colleghi medici di Medicina generale e specialisti (per lo più di Anestesia e Fisiatria), ma anche da giovani neolaureati, mai così numerosi.

La dott.ssa Pedrali, direttore del CSTNF, ha illustrato la storia dell’Agopuntura e della sua penetrazione nel mondo occidentale, accennato alla nascita delle diverse Scuole e Associazioni nazionali, e poi chiarito il percorso normativo seguito da questa disciplina nel nostro paese ed in particolare nella Regione Piemonte. Proseguendo, ha presentato ai discenti i fondamenti della MTC (le teorie dello Yin-Yang e dei 5 movimenti) ed illustrato le diverse tecniche di localizzazione, infissione e stimolazione del punto di agopuntura.

Con il dott. Lupi, coordinatore didattico, dopo l’esposizione dei meccanismi d’azione dell’Agopuntura e delle sue evidenze scientifiche, gli studenti hanno cominciato a conoscere il decorso dei meridiani, le caratteristiche fisiche degli agopunti e le basi neurofisiologiche del De Qi, la sensazione suscitata dall’ago.

Infine, il dott. Allais, coordinatore scientifico del CSTNF, esperto in materia, ha presentato la neurofisiologia e la neurofarmacologia dell’Agopuntura.

E’ così iniziato per i neoiscritti un percorso di conoscenza che li ha posti di fronte, già dal primo giorno, ad un corpus medico tanto ampio e variegato quanto affascinante. Speriamo che lo percorrano con impegno ed entusiasmo: potranno ampliare il loro bagaglio culturale e professionale e scoprire un’integrazione efficace alle terapie che prestano usualmente ai loro pazienti. Per alcuni di loro, forse, diventerà il centro della vita lavorativa, che ci auguriamo piena di soddisfazioni, nella certezza che l’agopuntura rappresenta un valido strumento di cura per il malato e una fonte di appagamento per chi si adopera al ripristino della salute.